CISA Publisher represents the Eurowaste section dealing with transfer to the media (books, reports, textbooks, CD, etc) of the wealth of information accumulated throughout activities performed by the University of Padova (in particular in the field of Waste management and Contaminated site remediation) and by IWWG and member scientists.

La discarica sostenibile.
Ruolo nell’Economia Circolare e proposte normative

40,00

Autori: Raffaello Cossu, Valentina Grossule
Maria Cristina Lavagnolo

Pagine: 415
Caratteristiche: interno a colori
Prima edizione: Giugno 2020

È opinione diffusa che con Raccolta Differenziata ed Economia Circolare si possa concretamente realizzare l’allettante prospettiva del Rifiuto Zero. Nella realtà ogni sistema di smaltimento (riciclaggio, trattamento termico e discarica) presenta un proprio specifico ambito applicativo che rende necessaria – come avviene indistintamente in tutto il mondo – una soluzione integrata, in modo non dissimile da come facciamo normalmente, per esempio, con in mezzi di trasporto.

In particolare il deposito sul terreno, in analogia con qualsiasi ciclo biogeochimico naturale, svolge l’ineludibile ruolo di “sink”, di sedimento finale per gli elementi in circolo, consentendo la chiusura del ciclo della materia. Vale cioè, anche per l’Economia Circolare, il principio del cosiddetto Ritorno alla Terra (Back to Earth), per cui deve essere restituito alla terra, in forma non inquinante, ciò che da essa è stato prelevato per produrre i beni. Beni che non sono riciclabili totalmente e, soprattutto, non lo sono all’infinito.
Ciò che non si restituisce alla terra in modo adeguato, rimane pericolosamente intorno a noi, nell’aria, negli oceani, nelle zone artiche. Non c’è angolo del nostro pianeta che non sia interessato da una crescente concentrazione di contaminanti persistenti, organici e inorganici. Pertanto, inquinamento diffuso e riscaldamento globale costituiscono macroproblemi ambientali di cui anche la gestione dei rifiuti deve farsi concretamente carico.
Per svolgere adeguatamente il ruolo di “sink” la discarica deve essere progettata e realizzata nel rispetto del principio della sostenibilità ambientale, adottando cioè misure tecniche atte a garantire la stabilità dei rifiuti e l’immobilizzazione dei contaminanti entro un tempo inferiore a quello di una generazione. Altri tipi di deposito sul suolo (es. compost e fanghi nei terreni agricoli, riciclaggio residui nei manufatti edilizi) dovrebbero obbedire agli stessi criteri con analogo controllo delle emissioni di lungo termine.
Il libro vuole fornire un quadro di informazioni, soluzioni tecniche e suggerimenti normativi che consenta, ai cittadini, ai professionisti e al legislatore, di comprendere il ruolo fondamentale della discarica, depurandolo della negatività accumulatasi con le cattive realizzazioni del passato, permesse da normative inadeguate e obsolete.
Se un ponte o una casa crollano, non si smette di fare ponti o case.
Piuttosto ci si organizza per farli bene!

Raffaello Cossu

0 out of 5 based on 0 customer ratings

Description

Autori: Raffaello Cossu, Valentina Grossule
Maria Cristina Lavagnolo

Pagine: 415
Caratteristiche: interno a colori
Prima edizione: Giugno 2020

È opinione diffusa che con Raccolta Differenziata ed Economia Circolare si possa concretamente realizzare l’allettante prospettiva del Rifiuto Zero. Nella realtà ogni sistema di smaltimento (riciclaggio, trattamento termico e discarica) presenta un proprio specifico ambito applicativo che rende necessaria – come avviene indistintamente in tutto il mondo – una soluzione integrata, in modo non dissimile da come facciamo normalmente, per esempio, con in mezzi di trasporto.

In particolare il deposito sul terreno, in analogia con qualsiasi ciclo biogeochimico naturale, svolge l’ineludibile ruolo di “sink”, di sedimento finale per gli elementi in circolo, consentendo la chiusura del ciclo della materia. Vale cioè, anche per l’Economia Circolare, il principio del cosiddetto Ritorno alla Terra (Back to Earth), per cui deve essere restituito alla terra, in forma non inquinante, ciò che da essa è stato prelevato per produrre i beni. Beni che non sono riciclabili totalmente e, soprattutto, non lo sono all’infinito.
Ciò che non si restituisce alla terra in modo adeguato, rimane pericolosamente intorno a noi, nell’aria, negli oceani, nelle zone artiche. Non c’è angolo del nostro pianeta che non sia interessato da una crescente concentrazione di contaminanti persistenti, organici e inorganici. Pertanto, inquinamento diffuso e riscaldamento globale costituiscono macroproblemi ambientali di cui anche la gestione dei rifiuti deve farsi concretamente carico.
Per svolgere adeguatamente il ruolo di “sink” la discarica deve essere progettata e realizzata nel rispetto del principio della sostenibilità ambientale, adottando cioè misure tecniche atte a garantire la stabilità dei rifiuti e l’immobilizzazione dei contaminanti entro un tempo inferiore a quello di una generazione. Altri tipi di deposito sul suolo (es. compost e fanghi nei terreni agricoli, riciclaggio residui nei manufatti edilizi) dovrebbero obbedire agli stessi criteri con analogo controllo delle emissioni di lungo termine.
Il libro vuole fornire un quadro di informazioni, soluzioni tecniche e suggerimenti normativi che consenta, ai cittadini, ai professionisti e al legislatore, di comprendere il ruolo fondamentale della discarica, depurandolo della negatività accumulatasi con le cattive realizzazioni del passato, permesse da normative inadeguate e obsolete.
Se un ponte o una casa crollano, non si smette di fare ponti o case.
Piuttosto ci si organizza per farli bene!

Raffaello Cossu

@