CISA Publisher represents the Eurowaste section dealing with transfer to the media (books, reports, textbooks, CD, etc) of the wealth of information accumulated throughout activities performed by the University of Padova (in particular in the field of Waste management and Contaminated site remediation) and by IWWG and member scientists.

CIRS – RAPPORTO INTERMEDIO 2021 – Attività del Comitato Interdisciplinare Rifiuti e Salute

3,50

Coordinamento e revisione a cura di:
Raffaello Cossu e Margherita Ferrante

Il CIRS vuole rappresentare un contributo della Società civile alla tematica della gestione sostenibile dei rifiuti solidi nel rispetto dell’ambiente e della salute umana.
Il CIRS è un’organizzazione non istituzionale, spontanea, priva di formalizzazione e di strutture, aperta a tutti coloro che, a vario titolo, sono attivi nei settori della gestione dei rifiuti e della tutela della salute e che desiderano mettere a disposizione e condividere gratuitamente conoscenze ed esperienze con lo spirito del gruppo di lavoro.
Al Comitato hanno aderito oltre 200 esperti qualificati in diversi campi disciplinari e professionali (biologi, chimici, geologi, ingegneri, medici, ecc.) con una partecipazione attiva oggi assestatasi su un numero pari a 95.

“È indubbio che la salute sia oggi la principale preoccupazione per le popolazioni interessate dalla presenza di impianti per il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti. Allo stesso tempo è evidente per tutti la necessità di dover affrontare in modo sostenibile e razionale il problema della gestione degli stessi rifiuti.
Su queste due importanti questioni, nell’interesse del bene comune, si sente da tempo l’esigenza di portare a sintesi le diverse opinioni sulla base di verificati dati tecnici e scientifici, con un dialogo aperto a tutte le parti interessate. A questo fine il Tavolo di Roma1 ha promosso (sulla base delle positive esperienze del passato, quale quella del Comitato Tecnico dei Terreni Contaminati) un Comitato Interdisciplinare su Rifiuti e Salute, con un coinvolgimento libero e volontario aperto a tutti gli esperti qualificati nei rispettivi campi disciplinari e professionali e degli esponenti del mondo delle Associazioni e dei Comitati, in sinergia con gli organismi istituzionali (Ministero dell’Ambiente, Ministero della Sanità, Istituto Superiore della Sanità, ISPRA, ENEA, CNR, Enti locali, ecc.).
Il CIRS è stato presentato a Roma, nel gennaio del 2019 (presso l’Auletta Gruppi a Montecitorio, alla presenza di rappresentanti del Governo e del Parlamento) e da allora, fino ad oggi, ha svolto un’intensa attività, basata su incontri in presenza e “on line”, articolata per gruppi di discussione tematica.
Il presente documento è un rapporto intermedio sull’attività del Comitato, utile per fare conoscere alle Istituzioni e alla comunità in genere, lo stato dei lavori e lo sviluppo previsto fino alla chiusura attesa per il prossimo autunno”.

0 out of 5 based on 0 customer ratings

Description

Coordinamento e revisione a cura di:
Raffaello Cossu e Margherita Ferrante

Il CIRS vuole rappresentare un contributo della Società civile alla tematica della gestione sostenibile dei rifiuti solidi nel rispetto dell’ambiente e della salute umana.
Il CIRS è un’organizzazione non istituzionale, spontanea, priva di formalizzazione e di strutture, aperta a tutti coloro che, a vario titolo, sono attivi nei settori della gestione dei rifiuti e della tutela della salute e che desiderano mettere a disposizione e condividere gratuitamente conoscenze ed esperienze con lo spirito del gruppo di lavoro.
Al Comitato hanno aderito oltre 200 esperti qualificati in diversi campi disciplinari e professionali (biologi, chimici, geologi, ingegneri, medici, ecc.) con una partecipazione attiva oggi assestatasi su un numero pari a 95.

“È indubbio che la salute sia oggi la principale preoccupazione per le popolazioni interessate dalla presenza di impianti per il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti. Allo stesso tempo è evidente per tutti la necessità di dover affrontare in modo sostenibile e razionale il problema della gestione degli stessi rifiuti.
Su queste due importanti questioni, nell’interesse del bene comune, si sente da tempo l’esigenza di portare a sintesi le diverse opinioni sulla base di verificati dati tecnici e scientifici, con un dialogo aperto a tutte le parti interessate. A questo fine il Tavolo di Roma1 ha promosso (sulla base delle positive esperienze del passato, quale quella del Comitato Tecnico dei Terreni Contaminati) un Comitato Interdisciplinare su Rifiuti e Salute, con un coinvolgimento libero e volontario aperto a tutti gli esperti qualificati nei rispettivi campi disciplinari e professionali e degli esponenti del mondo delle Associazioni e dei Comitati, in sinergia con gli organismi istituzionali (Ministero dell’Ambiente, Ministero della Sanità, Istituto Superiore della Sanità, ISPRA, ENEA, CNR, Enti locali, ecc.).
Il CIRS è stato presentato a Roma, nel gennaio del 2019 (presso l’Auletta Gruppi a Montecitorio, alla presenza di rappresentanti del Governo e del Parlamento) e da allora, fino ad oggi, ha svolto un’intensa attività, basata su incontri in presenza e “on line”, articolata per gruppi di discussione tematica.
Il presente documento è un rapporto intermedio sull’attività del Comitato, utile per fare conoscere alle Istituzioni e alla comunità in genere, lo stato dei lavori e lo sviluppo previsto fino alla chiusura attesa per il prossimo autunno”.

@